RhoToday

Coronavirus, gli Stati Uniti si schierano con l'ospedale di Rho: ecco 7 camion di materiali

Gli strumenti saranno utilizzati all'interno del nosocomio per la lotta al Coronavirus

Un carico di aiuti umanitari americani (foto U.S. Air Forces in Europe and Air Forces Africa/FB)

Materassi, barelle, sedie a rotelle pieghevoli, armadietti medici e lenzuola. In tutto sette camion di attrezzature mediche. Tutto materiale utile per la lotta al coronavirus. È quello che hanno inviato all'ospedale di Rho gli Stati Uniti attraverso la base militare toscana di Camp Darby. Il materiale, si legge in una nota della Regione Lombardia, è stato donato dalla Defense Security Cooperation Agency (DSCA).

"Ringraziamo per la vicinanza gli Stati Uniti d'America. Un Paese amico dell'Italia, amico della Lombardia" ha sottolineato Alan Christian Rizzi, sottosegretario regionale con delega ai Rapporti con le delegazioni internazionali. "La nostra Regione ha intessuto ottime relazioni in ogni parte del mondo - ha concluso - rapporti che in un momento di emergenza come questo si concretizzano in aiuti tanto concreti quanto importanti".

Aiuti dagli Stati Uniti, ma anche dalla Cina

Nella giornata di mercoledì è arrivata a Malpensa una squadra di medici specialisti, apparecchiature mediche e protezioni. Totale? 8 tonnellate di aiuti umanitari. Tutti arrivati dal Fuzhou Changle International Airport di Fujian, nella Cina sudorientale, per fronteggiare il Coronavirus.

Non era la prima volta che il gigante asiatico aiuta l'Italia. Nella giornata di martedì 24 marzo un velivolo di Neos Air era atterrato all'aeroporto varesino con 25 tonnellate di aiuti umanitari. Tutto materiale a disposizione della protezione civile e della croce rossa italiana.

Il 18 marzo, invece, era arrivato a Malpensa un altro aereo della China Eastern con a bordo materiale e personale sanitario, oltre al vicepresidente della croce rossa cinese Sun Shuopeng.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Emergenza Coronavirus, ecco i medici russi

È composta da 104 persone la delegazione proveniente dalla Russia formata da medici, infermieri e addetti alla sanificazione arrivata nella serata di mercoledì 25 marzo all'aeroporto di Orio al Serio. I medici ed il personale giunto dalla Russia opereranno nell'ospedale da campo alla Fiera di Bergamo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Milano e in Lombardia: le prime previsioni

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • Coronavirus: contagi in calo in Lombardia, ma 458 morti in un giorno. A Milano 3.560 positivi

  • Coronavirus, per la Regione "dati confortanti" ma la crescita dei contagi (e dei morti) è senza fine

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

Torna su
MilanoToday è in caricamento