RhoToday

Bollate, manette ai “pusher del cimitero”: rifornivano i coetanei

I carabinieri hanno arrestato ieri i due diciottenni meglio conosciuti come "pusher del cimitero". Spacciavano marjiuana vendendola ai coetanei. I dettagli

Dopo appostamenti e ore di osservazione, soprattutto nelle ore serali, ieri è arrivata la resa dei conti per due diciottenni di Cormano e Bollate, meglio noti come “pusher del cimitero”. I due ragazzi, incensurati e nullafacenti, rifornivano di droga i coetanei, spacciando proprio nei pressi del camposanto, in via Don Minzoni. La zona, di sera, si animava di un via vai che ha insospettito subito i carabinieri, allertati anche dalle segnalazioni dei cittadini. Così dopo appostamenti in borghese, l'arresto in flagranza. Addosso ai due ragazzi, che hanno anche tentato un’inutile fuga, sono stati rinvenuti e sequestrati 100 grammi di marijuana, suddivisi in 40 dosi ed un bilancino di precisione. Tutti giovanissimi gli acquirenti.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

Torna su
MilanoToday è in caricamento