RhoToday

Dispiegamento di forze dell'ordine in campo contro gli abusivi del mercato della domenica

Cinque pattuglie dei carabinieri, due della guardia di finanza e tre della polizia locale. In tutto circa 30 uomini, in servizio dalle 9.30 alle 14 di domenica 27 maggio, per presidiare piazza della Resistenza a Bollate e controllare il mercato abusivo e lo scambio di orologi

Le auto dei carabinieri a presidiare il parcheggio tra via Verdi e via Vittorio Veneto

Cinque pattuglie dei carabinieri, due della guardia di finanza e tre della polizia locale. In tutto circa 30 uomini, in servizio dalle 9.30 alle 14 di domenica 27 maggio, per presidiare piazza della Resistenza a Bollate (sia sul lato di via Vittorio Veneto che su via Verdi) e controllare il mercato abusivo e lo scambio di orologi da tempo radicati nella zona.

Ma oltre al mercato abusivo gli agenti hanno esteso i controlli a tutto il territorio, monitorando anche la zona delle stazioni ferroviarie di Bollate Nord e Bollate Centro. In tutto, al termine della giornata, sono state controllate venti persone e cinque auto; sono state inoltre sequestrate, da parte della guardia di finanza, alcune borse con materiale contraffatto e una persona di nazionalità senegalese è stata denunciata per immigrazione clandestina.

Questo è il risultato del primo presidio delle forze dell'ordine nato in seguito all'incontro richiesto dal sindaco Francesco Vassallo al prefetto di Milano e svoltosi nelle scorse settimane. Un tavolo di lavoro che ha visto la presenza dei comandi provinciali dei carabinieri e della guardia di finanza e della polizia locale di Bollate e che ha portato alla programmazione di una serie di uscite sul territorio, che proseguiranno anche nelle prossime settimane, con l'obiettivo di contrastare l'abusivismo in città.

Il primo cittadino Francesco Vassallo spiega: «Garantire la legalità non è una questione di razza o di parte politica. Tutte le persone, italiane e straniere, devono rispettare le regole del vivere civile e le norme in materia di commercio legale. Per questo abbiamo chiesto l'intervento al prefetto e alle forze dell'ordine che ringraziamo per l'attenzione e la celerità dimostrate, con l'obiettivo di risolvere un problema che dura da anni».

Esulta anche il deputato bollatese e leghista (ex consigliere comunale) Fabio Boniardi: «Mercatino dell'antiquariato di Bollate. Nessun venditore abusivo. Grazie all' arma dei carabinieri. Richiesta esaudita: come avevo annunciato in consiglio comunale mi sono rivolto a chi di dovere in qualità di parlamentare del territorio. Nella riunione in prefettura è stato chiesto che la polizia locale di Bollate non sia presente in due unità come al solito e che l'operazione venga ripetuta fino a una certa data».

Insomma è polemica sulla paternità dell'iniziativa dal prefetto. Da una parte c'è il Pd (che governa Bollate) che rivendica l'azione da parte del sindaco, dall'altra c'è la Lega (all'opposizione) che tramite il suo esponente più importante, che adesso è in parlamento, che ribadisce il suo impegno costante sul territorio da Roma. Rivendicazioni dell'iniziativa a parte, sicuramente c'è la soddisfazione da parte dei cittadini bollatesi che, almeno per una domenica, non hanno visto lo spettacolo dei venditori abusivi andare in scena.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto Manuel Frattini a Milano: infarto durante una serata di beneficenza

  • Milano, incidente tra un bus e un'auto in via Giordani: una donna in coma e due bimbi feriti

  • Puzza a Milano, odore fortissimo invade la città: boom di segnalazioni. La spiegazione

  • Sciopero generale a Milano, rischio caos per i mezzi: stop di 24 ore a metro, bus Atm e treni

  • Il pusher gli vende la carta: lui lo scaraventa nel vuoto per ammazzarlo, tradito dal video

  • A Milano inaugura TigellaBella: all you can eat di tigelle e gnocco fritto con salumi e formaggi

Torna su
MilanoToday è in caricamento