RhoToday

La Lega Nord replica a Vassallo: "Dal sindaco solo idee, non fatti"

Arriva a stretto giro la risposta della Lega Nord di Bollate alle parole del sindaco Francesco Vassallo che ha accusato la precedente giunta di non aver "tagliato" abbastanza per sistemare il bilancio e di incolpare ingiustamente il Governo Renzi

Uno dei grafici della Lega Nord sulle spese per il personale nel Comune di Bollate

Arriva a stretto giro la risposta della Lega Nord di Bollate alle parole del sindaco Francesco Vassallo che ha accusato la precedente giunta di non aver "tagliato" abbastanza per sistemare il bilancio e di incolpare ingiustamente il Governo Renzi.

Così la Lega Nord per voce del consigliere comunale Carlo Vaghi (che documenta i numeri con dei grafici ad hoc): "Il Governo Renzi ha costretto Bollate a trovare circa 2 milioni, tra tagli e passaggi al nuovo sistema di contabilità, ma il sindaco si guarda bene dall'accusare il "suo" Governo, e preferisce gettare fango su chi ha amministrato Bollate negli ultimi 5 anni".

trasferimenti-2

Prosegue il leghista: "Accusa di aver sperperato 1,3 milioni in 5 anni per incarichi e consulenze. Se fosse così, sarebbero circa 200.000 euro all'anno, 1/6 di quanto ci ha tagliato Renzi con un tratto di penna, e il 7% di quanto ci costa ogni anno il debito che Vassallo e la sinistra ha fatto fino al 2010".

Poi si scende nel dettaglio: "Il sindaco però cita spese del passato, che al massimo incidono per 40.000 euro nel 2014 e 20.000 nel 2015, e che certo non hanno contribuito allo sbilancio provocato dai tagli di Renzi. Peraltro, elenca il costo dell'architetto Sagnelli (2010-2011) senza citare quanto era costato il suo predecessore targato sinistra, architetto Fregoni, nel 2008-2010".

Sulle spese del Comune: "E naturalmente non dice che il Comune di Bollate nel 2010 aveva 5 dirigenti, nominati dalla sinistra, che vista la mala parata sono andati in pensione o sono approdati in altri lid. Da 5 anni Bollate non ha dirigenti, per la gioia del contribuente. Il sindaco cita con orgoglio il lavoro fatto "con impegno e dedizione" in soli 30 giorni per tagliare le spese. Ma quali? Il sindaco ha solo dato idee, che vedremo se e quando diventeranno concrete, e quanto ci faranno risparmiare".

spese correnti-2

Proseguendo si contestano le idee del sindaco: "Alcune sono molto discutibili, come quella di ridurre le fasce ISEE, cosa che premierebbe furbi ed evasori, a danno del ceto medio. Ecco alcuni dati, veri, sugli ultimi 5 anni di amministrazione:

  1. Le spese correnti sono diminuite di oltre 1,4 milioni dal 2010 al 2014. Il Comune, personale, servizi ecc., costa oggi meno di 28 milioni. Il 12,8% del costo è per ripagare i debiti fatti dalla sinistra fino al 2010. Si poteva fare di più? Può darsi, visto che si può sempre migliorare, ma alcune delle proposte del sindaco rischiano di tagliare servizi.
  2. Le consulenze costavano oltre 100.000 euro nel 2010, da allora sempre meno di 60.000, e 39.000 nel 2015, non i milioni di cui parla Vassallo.
  3. Il personale: ai bei tempi della sinistra ci costava oltre 8 milioni, 7,7 nel 2010, 7,2 nel 2014. Il costo è leggermente aumentato nel 2015 a causa degli straordinari per le elezioni comunali (per fortuna la democrazia ha un costo...). Nel 2009 il Comune aveva 258 dipendenti (e 5 dirigenti), nel 2014 zero dirigenti e 217 dipendenti. E il sindaco ci parla di blocco del turnover come se lo avesse inventato lui? Ringrazi la "fortuna" che ha avuto trovando 5 dipendenti (alcuni validissimi!) che vanno in pensione, sperando che si riesca far funzionare comunque i relativi uffici. Curiosità: il "segretario personale del Sindaco", oggetto di feroci invettive da parte del sindaco, aveva la funzione di ufficio legale del Comune. Nella stessa invettiva, il sindaco lamenta ora la mancanza di un ufficio legale.
  4. Trasferimenti: poche balle, i Governi Monti, Letta , Renzi, non eletti, hanno tolto 6 milioni all'anno ai bollatesi, che mandano a Roma oltre 100 milioni all'anno in imposte. L'ultima mazzata l'ha data Renzi quest'anno, e oggi tornano da Roma a Bollate solo 3 milioni all'anno, il 75% di quanto dobbiamo pagare per la TASI.
  5. Debito: poche balle (bis), era arrivato a quasi 40 milioni nel 2010, è poco più di 29 milioni oggi, semplicemente perchè non si sono fatti altri debiti. I 3,6 milioni che ogni anno dobbiamo pagare (500.000 ci servono ancora oggi per pagare il Municipio aperto nel 1993) sono la vera zavorra del nostro bilancio, che impedisce di diminuire le tasse e le tariffe.

Conclude Vaghi. "Forse per il sindaco è più furbo l'amministratore che, come ha fatto lui in anni passati, fa opere accendendo mutui che qualcuno ripagherà, ed è poco furbo chi è oculato, non fa debiti, rimette i conti in ordine e...perde le elezioni. Orgogliosi di aver diminuito il debito dei bollatesi, fatto da altri, e che ai bollatesi è costato oltre 18 milioni in 5 anni (altro che 1,3 milioni sbandierati dal sindaco)".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Forze Armate

    Piazza d'Armi, arriva il vincolo paesaggistico. Ma Sala si arrabbia: «Molto irritati»

  • Meteo

    Milano, temporali forti in arrivo in città: allerta meteo della regione per "criticità gialla"

  • Cronaca

    Paura in Bicocca a Milano: si rompe ampolla in un laboratorio, quattro studenti intossicati

  • Incidenti stradali

    Incidente sulla Teem, perde il controllo del camion e si ribalta sullo svincolo: morto

I più letti della settimana

  • Omicidio a Milano, bimbo di 2 anni ucciso di botte in via Ricciarelli: padre in fuga per ore

  • Milano, aggredisce i poliziotti con un coltello: "Vi sgozzo, paese di me...", 23enne arrestato

  • Alba di sangue a Milano, ragazzo accoltellato al culmine di una rissa fuori dalla discoteca

  • Volo Alitalia Milano-New York riatterra dopo pochi minuti a Malpensa

  • Terremoto vicino a Milano, registrata scossa di magnitudo 2.5 a Robecco sul Naviglio

  • Legnano, donna investita e uccisa da un treno in stazione: circolazione in tilt e ritardi

Torna su
MilanoToday è in caricamento