RhoToday

Al via la stagione cineteatrale dello Splendor, si parte con "La regina della neve" il 18 gennaio

Ritorna a Bollate la stagione cineteatrale per ragazze e ragazzi delle scuole, nata dalla collaborazione tra i docenti e l'assessore alle politiche educative Salvatore Leone. Il tutto a un costo contenuto per le famiglie e con una programmazione che diventa sempre più ampia

Col 2018 torna la stagione cineteatrale a Bollate

Ritorna a Bollate la stagione cineteatrale per ragazze e ragazzi delle scuole, nata dalla collaborazione tra i docenti e l'assessore alle politiche educative Salvatore Leone.

Si comincia il 18 gennaio con “La regina della neve”. QUI PER IL PROGRAMMA COMPLETO

L'iniziativa si pone l'obiettivo di rendere possibile la fruizione, a chilometro zero, di opportunità educative diverse e costruite grazie al coinvolgimento, anche nella fase di ideazione, sia delle scuole che delle compagnie teatrali operanti nel territorio.

Il tutto a un costo contenuto per le famiglie e con una programmazione che, di anno in anno, diventa sempre più ampia e diversificata.

«Si tratta di un'iniziativa in crescita – spiega l’assessore alle politiche educative Salvatore Leone – nata dalla collaborazione con il teatro Splendor e grazie al coinvolgimento dei dirigenti scolastici degli istituti comprensivi con il coordinamento del Comune».

Prosegue Leone: «Per questa seconda edizione abbiamo pensato a un cartellone decisamente più ricco di incontri e di tecniche espressive, ma l'idea è quella di crescere ancora. Tra le idee in campo, l'apertura delle prossime stagioni teatrali anche dei Comuni vicini, l'organizzazione di un cartellone annuale formato da gruppi spontanei, amatoriali e dell'associazionismo dei genitori; la creazione di un calendario per il fine settimana, a partecipazione autonoma delle famiglie e la promozione di un festival teatrale a dimensione provinciale e/o regionale».

Conclude Leone: «Realizzare tutto questo richiederà molto tempo e soprattutto la collaborazione di sensibilità diverse. Ovviamente l’apertura dell'Urban Centre offrirà nuove opportunità e anche la possibilità di pensare a tecniche espressive ancora diverse. Come l'organizzazione di concerti e rassegne musicali, tanto amati dai ragazzi e dalle ragazze».

Allegati

Potrebbe interessarti

  • Come riconoscere l'allergia al nichel?

  • Buono, fresco, colorato: ecco dove mangiare dell'ottimo poke a Milano

  • Come pulire le porte di casa

  • Come difendersi dai ladri in casa in estate

I più letti della settimana

  • Trovato morto Stefano Marinoni, il 22enne di Baranzate scomparso dal 4 luglio: la tragedia

  • Paura per il ciclista 16enne Lorenzo Gobbo: infilzato da un legno, polmone perforato. Foto

  • Milano, una notte di fuoco in via Palmanova: furioso incendio nel centro commerciale. Foto

  • Sciopero nazionale dei trasporti in arrivo: a Milano a rischio metro, bus, tram, treni e taxi

  • Incidente in corso Genova Milano: ferite due ragazze di 18 e 19 anni, tram deviati in centro

  • Omicidio a Sesto: uomo in carrozzina uccide la moglie con il poggiapiedi della sedia a rotelle

Torna su
MilanoToday è in caricamento