RhoToday

Intestatario di 67 auto, pagava le assicurazioni con assegni a vuoto

L'uomo è stato trovato con documenti falsi a casa ed è stato arrestato

Repertorio

Aveva 67 auto a lui intestate. Tutt'altro che normale. E per di più truffava le compagnie assicurative stipulando polizze con assegni a vuoto. Il protagonista, il 50enne M.E.K., è un egiziano già noto alla giustizia con una condanna pendente a 8 mesi che risale al 2016. E' stato arrestato nel suo domicilio milanese di via dei Transiti, zona Pasteur, dalla polizia locale di Bollate insieme a quella di Milano.

La storia è iniziata proprio a Bollate, quando i vigili locali, mentre effettuavano i normali rilievi di un incidente stradale, avevano deciso di approfondire la situazione di una delle due vetture coinvolte, guidata da un egiziano e intestata a un'altra persona.

Il controllo dei dati del pubblico registro automobilistico ha fatto emergere che quell'intestatario risultava proprietario di molte altre automobili: un totale di 67 veicoli. Un numero esorbitante che meritava un'indagine ancora più approfondita. Ed infatti è emerso che l'uomo fosse particolarmente "attivo" nei passaggi di proprietà (verso persone irreperibili) e nella stipula di contratti assicurativi con assegni a vuoto, truffando così le compagnie.

Trovato il proprietario truffatore

Per queste operazioni l'uomo utilizzava documenti falsi ma, grazie alla collaborazione della polizia (commissariato di Rho-Pero), gli agenti sono riusciti a collegare una delle fotografie nei documenti con una persona in carne ed ossa: M.E.K., appunto, noto per essere stato condannato a 8 mesi nel 2016. 

I vigili sono così andati a prenderlo a casa: e nell'abitazione del 50enne hanno trovato quattro carte d'identità false, un permesso di soggiorno falso, due tesserini del codice fiscale falso e anche banconote false. Inevitabilie l'arresto con varie accuse: possesso dei documenti falsi, spendita dello Stato di banconote falsificate e utilizzo di un permesso di soggiorno contraffatto. Ora le indagini proseguono per accertare il "giro" illegale dell'uomo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

  • Coronavirus, i casi sono 14: gravissimo un 38enne, in isolamento la moglie e un amico

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, i contagi in Lombardia salgono a 14: "Dobbiamo contenere il virus in quell'area"

  • Milano, caso di coronavirus: vademecum sulla prevenzione, la trasmissione e l'esposizione

Torna su
MilanoToday è in caricamento