RhoToday

Dimissioni Cesati, Vaghi: «Saluto un'amica, ma nella giunta era un pesce fuor d'acqua»

Anche il consigliere comunale di opposizione Carlo Vaghi della Lega Nord bollatese commenta la notizia delle dimissioni da parte dell'assessore Lara Cesati: «Nonostante i suoi sforzi nella giunta era un pesce fuor d'acqua»

Anche il consigliere comunale di opposizione Carlo Vaghi della Lega Nord bollatese commenta la notizia delle dimissioni da parte dell'assessore Lara Cesati.

Così Vaghi: «Un arrivederci all'amica Lara e un ringraziamento per gli sforzi che ha fatto per mantenere i contatti con i consiglieri di tutti gli schieramenti».

E prosegue: «Naturalmente non metto in dubbio le motivazioni che l'hanno spinta a dimettersi, per motivi personali e di lavoro. Rilevo solo come Lara fosse troppo spesso un "pesce fuor d'acqua" nella giunta».

Chiude facendo un esempio su tutti: «Un episodio emblematico che ricorderò è la rampogna (rimprovero severo, ndr) in consiglio comunale al suo collega assessore Giuseppe De Ruvo che aveva invitato la maggioranza a fare il proprio dovere e a seguire le direttive della giunta».

Potrebbe interessarti

  • A Milano gli rubano la bici con cui sta viaggiando per il mondo, l'appello: "Aiutatemi"

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Prova costume e pancia piatta: l’insormontabile sfida di ogni estate

  • Come avere i finanziamenti per riqualificare energeticamente la casa a Milano

I più letti della settimana

  • Parrucchiere dei vip aggredito e rapinato in Corso Como: polemica per il post sui social, Chef Rubio lo attacca

  • Milano, donna accoltellata in pieno centro: fendenti alla gola con una bottiglia, è grave

  • È morta Nadia Toffa, addio alla conduttrice de "Le Iene" che lottava contro il cancro

  • Appena arrivato a Malpensa inizia a tremare: muore 28enne 'mulo' del narcotraffico

  • Morto il fumettista milanese AkaB, Gabriele Di Benedetto: aveva solo 43 anni

  • Milano, dramma davanti al Tribunale: donna precipita e muore mentre pulisce i vetri. Foto

Torna su
MilanoToday è in caricamento