RhoToday

Operai rubano 170 kg tra rame, ottone e argento nella fabbrica dove lavorano: arresati

È successo a Pogliano Milanese. Arrestati due uomini di 41 e 30 anni

Immagine repertorio

Arrotondavano lo stipendio rubando materiale all'interno della ditta in cui lavoravano. Sono stati scoperti e arrestati dai carabinieri mentre uscivano dallo stabilimento con circa 170kg tra ottone rame e argento. È successo nella giornata di martedì a Pogliano Milanese, nei guai due operai italiani di 41 e 30 anni, arrestati con l'accusa di furto.

Il fatto. Al termine del proprio turno in un'azienda che tratta componenti elettronici i due avevano caricato gli scarti di lavorazione a bordo di un'auto. Probabilmente volevano rivenderli come materiale usato. Non ci sono riusciti: poco più in là dei cancelli sono stati fermati dai carabinieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per loro sono scattate le manette, nei prossimi giorni saranno giudicati per direttissima dal tribunale. Se avessero rivenduto il materiale di scarto avrebbero guadagnato circa duemila euro, secondo la stima riportata in una nota diffusa dai militari della compagnia di Legnano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: continuano a salire i contagi +382

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

  • Coronavirus, "in Lombardia magheggi sui numeri per riaprire". Il Pirellone: "Non è vero". E querela

  • Bonus bici valido a Milano, l'elenco dei Comuni: ecco come richiederlo

  • Francesco, 18 anni e i polmoni "bruciati" dal Coronavirus: salvato col trapianto da record

Torna su
MilanoToday è in caricamento