Un tuffo nel canale Villoresi per sconfiggere l'afa estiva

Con l'arrivo dell'estate il Villoresi torna ad essere il mare dei milanesi. In tantissimi ieri hanno sfidato le acque del canale in cerca di qualche attimo di refrigerio.

Alessandro Gemme18 giugno 2012

Vacanze e mare sono ancora lontane, tuttavia il sole e caldo torrido hanno fatto la loro comparsa sull'altomilanese. Il fine settimana appena trascorso ha fatto registrare temperature intorno ai trenta gradi, con una umidità costantemente sopra al cinquanta per cento. Chi ha potuto, viste le temperature africane,  è fuggito al lago o in piscina. In molti, anche per ristrettezze economiche, hanno ripiegato sul canale Villoresi.

Asciugamani, sedie a sdraio e canoe gonfiabili erano presenti lungo tutta l'alzaia del canale di irirgazione da Lainate a Parabiago. Tanti, tantissimi, erano 'appollaiati' sui ponti in attesa del momento per tuffarsi. Il Villoresi, in questo inizio di estate, torna ad essere il mare dei milanesi che, noncuranti del divieto di balneazione, si tuffano nelle acque in cerca di refrigerio.

Annuncio promozionale

Una attività pericolosa, pericolosissima, data la forte corrente del canale. Solo l'anno scorso due persone hanno perso la vita mentre cercavano refrigerio tra le acque. Nonostante la pericolosità i bagnanti non rinunciano al tuffo domenicale, anzi. Qualcuno, per scongiurare tragedie, porta con sé scalette e funi in modo da poter uscire dall'acqua in sicurezza.

Nerviano
caldo

Commenti