RhoToday

Garbatola, la Lega chiede chiarimenti sul "Fungo"

L'area attorno al "palazzone" di via XX settembre si è trasformata in una discarica a cielo aperto. Il carroccio: "È un pericolo per la salute"

La discarica abusiva vicino al "fungo"

Tombini aperti, recinzione pericolante e con numerosi varchi. Così si presenta il "Fungo", un palazzo costruito a Garbatola, frazione di Nerviano, negli anni Novanta. Una struttura nata come alberghiera, trasformata in residenziale dalla giunta Cozzi nel 2008, in cui nessuna persona, se non qualche irregolare, ha mai soggiornato.

"Nel 2008 l'amministrazione comunale guidata da Enrico Cozzi si pronunciò riguardo al cambio di destinazione d'uso dell'immobile — ci spiega Massimo Cozzi, consigliere comunale della Lega —. Il palazzo passava da alberghiero a residenziale. La società proprietaria si impegnava a riqualificare l'area, oltre a costruire alcune opere come una rotatoria sulla strada statale del Sempione, all'altezza del ristorante 'La Guardia', e una pista ciclabile che avrebbe collegato Nerviano a Parabiago, nei pressi della chiesa di Madonna di Dio il sa. Nulla di questo è stato fatto — prosegue il consigliere — oltre al fatto che la struttura è rimasta nelle medesime condizioni".

Se si guarda oltre la recinzione di plastica che delimita l'area si vede una vera e propria discarica abusiva. Legno, detriti, piastrelle rotte e lastre di vetro in frantumi. Decine di metri cubi di immondizia. Non proprio una gioia per gli occhi. Le tapparelle delle finestre sono alzate, qualche porta è stata aperta, segno che la struttura potrebbe essere abitata.

"Bisogna mettere in sicurezza l'area — continua Il consigliere dei 'Lumbard' —. Sia da un punto di vista sanitario, dato che c'è una gigantesca discarica abusiva; sia dal punto di vista di ordine pubblico. Una struttura così grossa, vicina al Sempione, può essere un rifugio per parecchi malintenzionati".

Del fungo di Garbatola si parlerà anche in regione Lombardia. "Il nuovo consiglio regionale si insedierà mercoledì. Avviseremo subito di questa situazione in maniera tale da fare un sopralluogo e impegnare il sindaco Cozzi a fare tutto ciò che è di sua competenza, soprattutto per quanto riguarda l'ordine pubblico", ha dichiarato Fabrizio Cecchetti, consigliere regionale della Lega Nord.

Regione ma non solo. I consiglieri comunali della Lega hanno protocollato una interpellanza al consiglio comunale, che si svolgerà il prossimo 25 marzo, in cui chiedono al sindaco "sulla situazione aggiornata del recupero crediti Ici e Imu, sia sulla situazione di fortissimo degrado venutasi a creare nell'intera zona". La proprietà dell'immobile, infatti, ha diverse imposte arretrate da pagare sull'area: circa 185mila euro, secondo quanto riferito dai consiglieri leghisti.

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Dolore alla cervicale: i rimedi per combatterlo

  • Piante grasse in casa: ecco perchè fano bene alla salute

  • Disattivare le utenze: ecco come fare

I più letti della settimana

  • Sabato di maltempo a Milano: allerta meteo arancione della protezione civile per temporali

  • Milano, "tentato suicidio" a Famagosta: donna sotto la metro, la M2 ferma per un'ora e mezza

  • La Gomorra africana a due passi da Milano: spaccio, armi e sparatorie fra le gang rivali

  • Milano, nubifragi e grandine: il Seveso esonda due volte, strade e sottopassi allagati in città

  • Due scioperi in tre giorni, stop a metro Atm e treni Trenord: il mese infernale dei pendolari

  • Morto il musicista milanese 'Marione': fu il chitarrista di Battiato

Torna su
MilanoToday è in caricamento