RhoToday

Il Centro: viabilità e occupazione, il Pirellone incontra Lainate e Arese

La giunta regionale lombarda incontrerà i comuni per fare il punto sulla viabilità e sul rispetto degli accordi sottoscritti riguardo l'occupazione e le opere di compensazione previste

Il centro commerciale di Arese

«La giunta regionale incontrerà i comuni di Arese e Lainate per fare il punto sulla viabilità relativa al nuovo centro commerciale e sul rispetto degli accordi sottoscritti circa l’occupazione all’interno del centro e le opere di compensazione previste». Lo ha dichiarato il consigliere regionale Fabrizio Cecchetti (Lega) che nei giorni scorsi aveva presentato al Pirellone un’interrogazione sui problemi di traffico che si sono verificati dopo l’apertura del nuovo centro commerciale. Cecchetti è inoltre firmatario di un’interpellanza che è stata discussa martedì al Pirellone relativa agli accordi sottoscritti negli anni scorsi durante la procedura che ha autorizzato l’apertura del centro.


 
Nello specifico il documento riporta che l’atto d’obbligo sottoscritto dalla TEA Srl (società che aveva presentato il progetto) prevede opere e azioni a favore del territorio per un totale di 29 milioni di euro, in particolare si è impegnata a assumere con contratti a tempo indeterminato circa il 60% dei lavoratori necessari alla struttura, di questi l’80% deve essere residente tra Lainate, Arese e i comuni confinanti e il restante 20% deve riguardare lavoratori del territorio in cassa integrazione o mobilità. La società si era poi impegnata a valorizzare le produzioni lombarde, promuovere il marketing territoriale, sostenere i negozi di vicinato e le Pmi del territorio, mantenere servizi gratuiti per i clienti e garantire dei contributi economici ai comuni di Arese e Lainate. Il sottosegretario regionale Ugo Parolo ha fatto sapere che la Giunta regionale convocherà i comuni interessati per fare il punto sul rispetto degli accordi sottoscritti e sulla situazione in materia di viabilità.


 
«Vigilare sul rispetto degli accordi sottoscritti
è doveroso. Già il territorio si è trovato con una struttura troppo grossa rispetto alle infrastrutture presenti, ci manca solo che gli impegni presi dalla società vengano disattesi. Vanno eliminati — ha concluso Cecchetti — i disagi che quest’opera ha portato sul territorio e sfruttate tutte le possibili opportunità, partendo dai posti di lavoro per la nostra gente».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Milano, festino a base di cocaina, hashish e marijuana nell'hotel di lusso: arrestato 32enne

  • Milano, gira in strada con tre zaini in spalla: dentro ha 2,3 chili di droga e 10mila euro

Torna su
MilanoToday è in caricamento