RhoToday

Coltivava Marijuana in mezzo al grano: arrestato un italiano a Rho

La polizia era insospettita da diversi fermi di persone con piccole quantità di stupefacenti nella zona di Lainate. Grazie alle indagini è stato arrestato un cittadino italiano che coltivava l’erba in mezzo al suo campo di grano

La Polizia Locale di Rho la scorsa settimana ha portato a termine un'operazione antidroga che si è conclusa con il sequestro di oltre 2 chilogrammi di sostanza stupefacente del tipo Marijuana, di oltre 1.000 semi per la produzione di cannabis e di 8 piante, oltre l'occorrente per la loro coltivazione.

Un cittadino italiano, cinquantenne, S.M., incensurato, residente a Lainate è stato tratto in arresto per coltivazione e detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nei fatti, le indagini erano partite già da qualche tempo, durante i controlli di polizia stradale che avevano interessato le zone cittadine più periferiche e adiacenti ad aree agricole del Comune di Lainate, seguite dal fermo di vari conducenti con il contestuale sequestro di modiche quantità di stupefacenti. Queste operazioni, inoltre, avevano permesso in data 2 Giugno 2009 anche l'arresto di un cittadino di nazionalità tunisina, pluripregiudicato ed evaso dagli arresti domiciliari a Bergamo, giunto fino a Rho proprio per l'acquisto di sostanza stupefacente.

Gli Agenti, dopo aver intensificato i controlli e le attività di prevenzione proprio lungo le strade interpoderali di collegamento tra i vari appezzamenti, tra le coltivazioni di grano turco sono riusciti ad individuare un uomo che, a bordo di un velocipede, usciva e rientrava da detti appezzamenti, ma senza attrezzi agricoli. L’uomo è quindi stato fermato per un controllo, trovandolo in possesso di varie sementi di canapa indiana; è stata così scoperta una piccola coltivazione, all'interno proprio del grano, dove tra l'altro l'uomo aveva di recente effettuato la semina e controllato alcune giovani pianticelle di marijuana.

Il soggetto non dichiarava di avere altra sostanza, ma la perquisizione domiciliare presso la sua residenza nel Comune di Lainate ha dato esito ben diverso: in vari locali, cantina e box, sono state trovate varie confezioni di peso variabile, in barattoli, pacchetti di sigarette e involucri diversi. La quantità totale supera i 2 chilogrammi di peso. Inoltre, è stato trovato un contenitore contenente oltre 1.000 semi di canapa indiana, pronti per la semina; da ultimo, nell'orto di casa sono state individuate altre 4 piantine di marijuana.

Di conseguenza, S.M., che tra l'altro dichiarava i due chili di sostanza rinvenuta per uso personale, è stato arrestato su disposizione della Procura della Repubblica di Milano, per coltivazione e detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nella giornata di lunedì 8 Giugno u.s. il soggetto fermato è stato processato per direttissima e condannato dal Magistrato agli arresti domiciliari.

Le indagini proseguono, per scoprire chi fossero effettivamente i destinatari finali della sostanza coltivata e confezionata dall'uomo arrestato.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Un ponte sospeso, store "sperimentali", 190 negozi: ecco il nuovo mega mall di Milano

  • Scuole, ecco i licei e gli istituti di Milano dove il diploma vale oro: la classifica completa 2019

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

  • Milano, mega incendio in una palazzina in via Della Torre: 50 evacuati, due bimbi in ospedale

Torna su
MilanoToday è in caricamento