RhoToday

Incrocio «maledetto», Borghetti: «Mettiamoci tutti insieme e chiediamo a Anas e Cipe di intervenire».

L'appello di Borghetti arriva dopo l'incidente di venerdì in cui ha perso la vita il centauro Flavio Bossi

La scena dell'incidente

Mettere in sicurezza l’incrocio «maledetto», quello tra il Sempione, il comune di Rho, Pogliano Milanese e Lainate, teatro di numerosi incidenti stradali. È l’appello di Carlo Borghetti, consigliere regionale del Pd dopo l’incidente di venerdì in cui ha perso la vita Flavio Bossi, centauro di 32 anni. 

«Il primo pensiero, va alla vittima dell'incidente e ai suoi familiari: non ci sono parole per dire il dolore, è una perdita troppo grande, e non c'è consolazione che tenga», ha dichiarato Borghetti che nel dicembre 2014, con una mozione, aveva portato il problema sui banchi del Pirellone. Il testo, che prevedeva un'azione di sollecito da parte di Regione nei confronti di Anas e Cipe per un intervento di riqualificazione e messa in sicurezza, fu votato all'unanimità.

I comuni non possono intervenire: «l'incrocio è su una strada sui cui la competenza a intervenire è dell'Anas, perché è una Statale — ha rimarcato il consigliere —. A me, come a molti altri, interessa risolvere quel problema, insieme a tutti quelli che ci stanno, e siccome sono un consigliere regionale di minoranza ho fatto quello che il mio ruolo mi consente, cioè ho fatto approvare una mozione (che mi hanno condiviso i consiglieri di tutti i gruppi in Consiglio), che spinge la Regione ad agire sugli enti competenti, cioè sull'Anas e sul Cipe (Ministeri,) ad utilizzare i fondi rimasti del vecchio progetto inattuato del "Sempione bis" per riqualificare e mettere in sicurezza l'incrocio: così si risolve il problema del finanziamento, senza il quale nessun progetto può andar avanti».

Dopo la mozione Regione Lombardia ha inviato un sollecito ad Anas. Ma è ovvio che non basta. A oggi non si sa a che punto sia il progetto né quanto tempo ci voglia per realizzare l’opera. Da qui l’appello del politico: «Mettiamoci tutti insieme, regione, comuni, cittadini, a chiedere e a spingere Anas e Cipe a intervenire».
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Milano, fumo nero e puzza di bruciato da Spontini in via Marghera: arrivano i pompieri

  • Sciopero venerdì 27 setttembre, a Milano si fermano per 24 ore i mezzi Atm: orari di metro

  • "Ritrovo di pregiudicati", la questura chiude tre bar di zona Certosa

  • Incidente sull'A4, camion ribaltato in mezzo alla carreggiata: sei chilometri di coda

Torna su
MilanoToday è in caricamento