RhoToday

Hashish e marijuana a scuola, sequestrati 150 grammi e fermati tre minorenni

L'accusa è di spaccio. L'intervento è stato chiesto dal preside dell'istituto

Repertorio

Sono arrivati fin da Vigevano i cani molecolari che, a Rho, chiamati dalla polizia locale hanno contribuito ad individuare tre minorenni che, secondo l'accusa, spacciavano droga all'interno di una scuola. L'operazione è stata chiesta alla polizia locale rhodense dal preside della scuola, che aveva "subodorato" la presenza di baby pusher tra i banchi.

I tre giovanissimi (che hanno 16 e 17 anni) sono stati trovati in possesso di 150 grammi di sostanza stupefacente tra hashish e marijuana, oltre a qualche centinaio di euro in contanti. I tre sono stati fermati e la loro posizione sarà ora stabilita dal pm dei minorenni. Un quarto under 18 è stato semplicemente segnalato come consumatore di droga. 

Per il primo cittadino di Rho, Pietro Romano del Partito Democratico, è un successo: "Tuteliamo i nostri ragazzi che, purtroppo, diventano a loro volta spacciatori, attirati da un guadagno facile". Secondo le statistiche fornite dal sindaco, nel 2019 sono già state sequestrate sostanze stupefacenti per oltre mezzo chilo. "Insegnanti e genitori dei ragazzi ci hanno ringraziati comprendendo l'importanza di ciò che facciamo".

L'operazione, come detto, è stata condotta dalla polizia locale di Rho su "chiamata" e non è quindi ascrivibile alla più ampia, e nazionale, operazione "Scuole Sicure" voluta dal ministro dell'Interno Matteo Salvini, che tanto ha fatto discutere per i risultati: considerando il costo dell'operazione e la quantità sequestrata, è come se lo Stato avesse "speso" 500 euro per ogni grammo di marjiuana o hashish trovato ai ragazzi nelle aule scolastiche.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Ma ci rendiamo conto,il preside della scuola rhodense si prende il merito di aver scoperto e attivato la sicurezza per lo spaccio di droga dentro la scuola. Mi domando,indipendentemente dalla corrente politica di appartenenza,le scuole non dovrebbero già essere sicure?. Cosa hanno fatto negli anni passati i governi di sinistra per rendere sicure le scuole e i nostri figli? Non capisco il merito del preside per aver denunciato il caso alle forze dell'ordine,a prescindere il preside detiene il diritto di garantire la sicurezza dei nostri figli dentro la scuola dopo che gli studenti abbiano varcato il cancello. Il solo fatto che dentro la scuola succede questo è perché non si è fatto nulla in merito di sicurezza dentro quell'istituto. Io condanno quel preside per il semplice motivo che ha permesso che la droga girasse fra i banchi di scuola:PRESIDE VERGOGNATI E NON PRENDERTI NESSUN MERITO,AVRESTI GIA' DOVUTO VIGILARE E NON L'HAI FATTO! Se mio figlio fosse iscritto in quella scuola lo trasferirei altrove. Caspita che preside PDiota.

  • in quale scuola ?

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ha un infarto alla Stramilano: uomo si accascia mentre corre la mezza maratona, è grave

  • Cronaca

    Musica, balli e saluti romani: le immagini dal concerto di Milano per i 100 anni del fascismo

  • Incidenti stradali

    Incidente sull'autostrada A1, furgone si ribalta e un altro lo travolge: morti due uomini. Foto

  • Cronaca

    Morto a 20 anni Leo "rainman", lo skater che raccontava la sua malattia per aiutare gli altri

I più letti della settimana

  • Incendio bus sulla Paullese: autista dirotta e dà fuoco al mezzo: "Voglio vendicare i morti in mare"

  • Autista dirotta autobus con ragazzini e poi gli dà fuoco: "Da qui non esce vivo nessuno"

  • Incidente a Buccinasco, auto pirata investe famiglia e fugge: 4 bimbi travolti, tre sono gravi

  • Meningite, morta Federica: ragazza di 24 anni

  • Ragazzino fermato dalla polizia chiama i genitori, ma loro sono due ricercati: arrestati

  • "C'è una bomba vicino al Duomo": telefonata fa scattare l'allarme, denunciato mitomane

Torna su
MilanoToday è in caricamento