RhoToday

Bollate chiede un "tavolo" per affrontare i temi del "dopo Expo"

Il sindaco Francesco Vassallo chiede con forza un tavolo istituzionale per affrontare il "dopo Expo": «Se diventasse un polo universitario per Bollate ci sarebbero notevoli vantaggi»

A Bollate si pensa già al "dopo Expo" e l'amministrazione comunale, nella giornata di luneì 28 settembre, ha proposto un tavolo istituzionale per affrontare il post manifestazione universale.

A invocarlo è il sindaco Francesco Vassallo, presente assieme alla deputata Eleonora Cimbro e all'assessore al bilancio Giuseppe De Ruvo: «In questo momento non si sa quasi nulla sul "dopo Expo": solo quello che si legge sui giornali, università, incubatore tecnologico e parco giochi in stile Gardaland, ma nulla di certo».

Prosegue il sindaco bollatese: «Penso che si debba aprire un tavolo istituzionale in cui le istituzioni dei territori immediatamente vicini al sito di Expo siano consultate, quindi anche Bollate, così come Milano e tutti gli altri Comuni dell'hinterland vicini all'area».

Ancora il primo cittadino: «Io auspico che per il dopo Expo si pensi al trasferimento dell'università. Se i poli di agraria, biologia e architettura si spostassero nella zona Expo per noi sarebbe l'ideale».

E si spiega: «Avremmo dei vantaggi sul territorio in termini di housing sociale, quindi anche gli attuali discorsi di riqualificazione sulle aree dismesse potrebbero andare in una direzione più riqualificante rispetto a quanto fino a oggi immaginato. Inoltre si potrebbe pensare a delle case per studenti universitari, senza dimenticare che il territorio di Bollate ne gioverebbe in termini di vitalità sociale».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiude il sindaco: «Questo insieme di situazioni ci fanno chiedere di aprire un tavolo di confronto con gli altri Comuni, assieme ai rappresentanti di Regione, Città Metropolitana, i parlamentari di riferimento e gli imprenditori titolari delle aree su cui oggi si tiene Expo 2015».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, passante insegue un rapinatore in metro e con un pugno lo riduce in coma

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Milano, paura sul tram: minaccia i passeggeri con un coltello, aveva anche cinque forbici

  • Milano, esplosione in piazzale Libia: è uno chef de rang il 30enne intubato al Niguarda

  • Milano, esplosione in un palazzo di piazzale Libia: crolli nelle case e feriti. Grave un 30enne

  • Follia sul bus Atm, "sgridato" per la bici a bordo: sfonda il vetro e aggredisce l'autista

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento